8 aprile 2017

Recensione • Rinascita

Rinascita di Sophie Jomain
Casa editrice: LainYa (collana di Fazi Editore)
Pagine: 475
Formato: Copertina flessibile
Prezzo: 15,00 euro
Voto: 3/5
Acquista direttamente da Amazon


Trama

A St. Andrews, città universitaria sulla costa scozzese, la vita di Hannah non è più la stessa. Per cominciare, non è più un essere umano. Dopo essere stata morsa a tradimento da un angelo nero, il suo corpo ha abbandonato la natura mortale per assumere le sembianze di una creatura magnifica discendente dalle leggende più arcane: un vampiro incantevole dotato di ali imponenti, forza straordinaria e vita eterna, nemico giurato dei lupi mannari, fra cui l'anima gemella di Hannah, Leith.
Divisi, ora più che mai, da leggi antiche che gli impediscono di stare insieme, i due innamorati dovranno combattere prima di tutto contro il loro stesso istinto che li vorrebbe avversari. Ma forse, con l'aiuto dell'angelo nero Darius, trovare un modo per permettere ad Hannah di tornare umana e di riunirsi al suo amore proibito è possibile, anche se tremendamente pericoloso.

Recensione

Ho da poco terminato la lettura del terzo capitolo della saga di Sophie Jomain, "Le stelle di Noss Head" e sto per approcciarmi al quarto "Origini - Parte I", grazie alla LainYa, che gentilmente mi ha messo a disposizione una copia di entrambi.
Da dove iniziare per descrivere il terzo romanzo dell'autrice francese?
"Rinascita" l'ho trovato innanzitutto più avvincente dei primi due.
Qui finalmente i personaggi principali tirano fuori il carattere, nonostante non sia una fan della coppia che qui la fa da padrona, ossia Hannah e Leith. La prima, a tratti, un po' troppo spenta a, il secondo dalle tendenze eccessivamente possessive per i miei gusti.
Nonostante la coppia protagonista dunque non mi faccia impazzire, ho apprezzato i personaggi secondari, che nonostante il ruolo di contorno, hanno qualcosa da dire e mettono in luce un forte temperamento. Primo tra tutti Darius.
Già nel secondo l'angelo nero mi aveva colpita, soprattutto caratterialmente (tanto qui sono un po' tutti belli!..). La storia del proprio percorso di vita e la ragione di parecchie sue scelte non mi avevano lasciata indifferente. Per non parlare del rapporto particolare con Hermance e Pierrick, suoi fratelli minori.
Darius sta accanto ad Hannah nel momento, se vogliamo, peggiore della sua vita. E lo fa con grazia e in punta di piedi. Certo, gli screzi e i litigi tra i due non mancano, ma si nota il rapporto di amicizia evolversi gradualmente e sempre di più.
Ho amato anche Gwen, migliore amica di Leith, che già avevamo incontrato nei due capitoli precedenti. Lei ha, quello che si dice, un bel caratterino! Finalmente una donna che in questa saga si sa imporre e non lo fa giusto per mostrarsi, ma perché è così.

Ammetto però che in questo volume Hannah si difende bene. L'ho trovata più combattiva del solito e Leith inizia a capire che è giusto che prenda le sue decisioni in tutta libertà.
Sono rimasta soddisfatta del finale perché l'ho ritengo giusto e non vedo l'ora del quarto capitolo!



0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy Template by Ipietoon Cute Blog Design